Tutti i dati della banca dati patologie e sintomatologia sono forniti da DeAgostini, che è esclusiva responsabile del contenuto e della forma dei dati visualizzati.
I nomi di società e prodotti menzionati possono essere marchi registrati dei rispettivi proprietari.

 

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista



Febbre tifoide

Sintomi

Cefalea, malessere, dolore e gonfiore addominale, iniziale stipsi seguita da diarrea. Febbre che aumenta a gradino nel corso di 5-7 giorni fino a stabilizzarsi sui 39-40 °C.

Ottundimento e talvolta delirio. Comparsa di macule rosee alle spalle, al torace e all'addome.

Tra le possibili complicanze, dal momento che si tratta di una infezione sistemica e non solo intestinale, ricordiamo: epatite, meningite, nefrite, miocardite, bronchite, polmonite, artrite, osteomielite, parotite, orchite, emorragia gastrointestinale e perforazione intestinale con un possibile quadro di addome acuto e shock.



Cause

Il principale tra gli agenti responsabili è la Salmonella typhi. Forme di febbre tifoide possono essere causate anche da altre specie: Salmonella paratyphi A, Salmonella paratyphi B, Salmonella typhimurium.

Terapia consigliata

La terapia si basa sull'uso di antibiotici (il cloramfenicolo costituisce tuttora la prima scelta; efficaci, in vari schemi terapeutici, si sono dimostrati anche ampicillina, amoxicillina, cefalosporine, fluorochinoloni, trimetoprim-sulfametossazolo, aztreonam ecc., eventualmente associati tra loro o al cloramfenicolo). In casi selezionati, terapia cortisonica di sostegno. Fondamentale appare la prevenzione, oggi possibile grazie a un vaccino specifico (orale o iniettabile), per tutti coloro che si recano in aree dove la malattia è endemica. A prescindere dai viaggi, la vaccinazione è obbligatoria in Italia per alcune categorie di lavoratori (alimentaristi).


Sintomi associati


 coma
 conato
 febbre
 follia


Ultima modifica: 23/01/2018