Tutti i dati della banca dati patologie e sintomatologia sono forniti da DeAgostini, che è esclusiva responsabile del contenuto e della forma dei dati visualizzati.
I nomi di società e prodotti menzionati possono essere marchi registrati dei rispettivi proprietari.

 

Le informazioni presenti nel sito devono servire a migliorare, e non a sostituire, il rapporto medico-paziente. In nessun caso sostituiscono la consulenza medica specialistica. Ricordiamo a tutti i pazienti visitatori che in caso di disturbi e/o malattie è sempre necessario rivolgersi al proprio medico di base o allo specialista



Colpo di calore

Sintomi

Può esserci improvvisa caduta a terra con perdita di coscienza. Sintomi premonitori sono mal di testa, nausea, vomito, diarrea, vertigini, sensazione di svenimento, confusione, delirio, febbre elevata con temperatura rettale superiore ai 41 °C; la pelle è calda e asciutta. Possono esserci convulsioni e il paziente può entrare in coma. La pressione arteriosa è bassa, il polso e il respiro sono accelerati. Può comparire shock.

Cause

È dovuto a inadeguata risposta dei meccanismi termoregolatori all'esposizione a temperatura e a umidità elevate e la sua comparsa può essere favorita dalla presenza di malattie croniche, di disturbi cutanei che ostacolano la sudorazione, dall'uso di alcune medicine, dall'alcol.

Terapia consigliata

Si tratta di una condizione di assoluta emergenza. Si deve raffreddare l'ammalato con un bagno freddo finché la temperatura rettale non scende sotto i 38,5 °C. In alternativa si può coprire il paziente con panni bagnati e metterlo davanti a un ventilatore. Bisogna massaggiarlo per favorire il ritorno del sangue raffreddatosi in periferia verso gli organi interni. Il paziente deve essere ricoverato: in attesa del ricovero va applicata, se possibile, una fleboclisi con acqua e sali.


Sintomi associati


 coma
 conato
 febbre
 nausea


Ultima modifica: 23/01/2018